Marco Boemi, pianista e direttore,  č anche laureato in legge all'Universitā la Sapienza di Roma.
Nel corso di pių di 25 anni di carriera, ha lavorato con 3 generazioni di grandi cantanti fra cui Pavarotti, Netrebko,Taddei, Grigolo, Beczala, Gruberova, Borodina, Obratzova, Bruson, Giaiotti, Ricciarelli, Abdrazakov, Bruchuladze,Rachvelishvili, Shicoff, Gulegina, Gasdia, Luchetti, Colombara, D'Intino, Devia,  Kabaivanska, Eyvazov, Fabiano, Dessė, Sabbatini, Armiliato, la Scola, Scandiuzzi, Sighele, Baglioni, Frontali, Casolla, Peretyatko, Giannattasio, Giordani, Rost, Ganassi, de Candia, Uusitalo, Kurzak, Bros, Zaremba, Leiferkus, Shagimuratova, Gertseva, Antonacci, Pertusi,Siri, Barcellona, Siurina, Maximova, Vassallo, Breslik, Mei, Coni, Bonfadelli, Gallo, Siragusa, Fantini, Michaels-Moore, Surjan, Antoniozzi, Dragoni, Devinu, Canonici, Cupido, de Carolis.....
Si č esibito per moltissimi teatri ed organizzazioni quali la Scala di Milano,l'Opera di Roma,il San Carlo di Napoli, il Filarmonico di Verona, il Massimo di Palermo,il Regio di Parma, il Carlo Felice di Genova,il Verdi di Trieste,  il Regio di Torino,il Politeama di Palermo, il Bellini di Catania,la Suntory Hall a Tokyo, la Bayerische Staatsoper,la Finnish Opera di Helsinki, la Sostakovic Hall di San Pietroburgo, la Residenz Hall di Monaco, il Musikverein a Vienna,il Konzerthaus di Berlino, il Concertgebouw di Amsterdam, l'Opera Bastille di Parigi, la Royal festival Hall a Londra, il Festival Chaliapin , l'Opera di Budapest, il Grand Theatre di Shanghai,  il Teatro Wielki a Varsavia, il Narodni Divadlo a Praga,il Teatro San Paolo a Lisbona, il Megaron ad Atene, la Salle Gaveau a Parigi,il Festival di St Margarethen, il Rossini Opera Festival, il festival di Brescia e Bergamo, lo Sferisterio di Macerata, il Festival Mozart di Rovereto con i Virtuosi di S.Cecilia, il Festival Donizetti,  Bilbao,Oviedo,la Coruna,Pyongyang, Adelaide, Spoleto, dirigendo fra l'altro l'Orchestra Verdi di Milano,  la Filarmonica di Zagabria, tutte le grandi orchestre giapponesi, la Philharmonia di Londra,la Bournemouth Symphony,la giovanile della Scala, l'Orchestra Cherubini, la World Youth Orchestra.
Ha un enorme repertorio sinfonico e operistico che include fra gli altri Wagner, Strauss,Verdi, Puccini, Rossini, Mahler , Beethoven, Gershwin, Bernstein, Cajkovskij, Rachmaninov,  Poulenc, Ravel, Massenet, Gounod, Debussy, Bizet, Falla, Walton., Respighi, Rota, J. Strauss, Lehar, Giordano, Mascagni, Leoncavallo, Cilea, Ponchielli, Saint-Saens, Offenbach, Mozart, Liszt, Grieg, Schubert, Schumann, Weber,  Menotti, Bellini, Donizetti.
Ha inciso per Decca, Universal , Philips e TDK con artisti quali Dessė, Sabbatini, Arimiliato, la Scola,Colombara, ed č uscito da poco il DVD della produzione di Tosca al Carlo Felice di Genova con Dessė, Armiliato e Sgura e la regia di Renzo Giacchieri.
E' considerato un esperto di liederistica cui si dedica con grande passione e tiene masterclasses in tutto il mondo per giovani cntanti, direttori e pianisti.
Negli ultimi anni ha diretto Attila per l'inaugurazione mondiale di Astana Opera con Ildar Abdrazakov con il quale č poi apparso per un Gala alla Royal Oman Opera House e si č esibito alla Wigmore Hall di Londra con Carlo Colombara con il quale ha poi inciso per Decca un CD con musiche di Wagner Massenet Verdi e Rossini. Era poi col teatro Verdi di Trieste all'Expo in Corea con un Gala dell'opera italiana e poi a Trieste per un concerto con The Planets di Holst.
Ha poi iniziato una felice collaborazione con Anna Netrebko dirigendola una prima volta in  un Gala a Kazan ed era poi a Bogotā per Turandot,a Leon per Tosca, alla Finnish Opera di Helsinki per Don Pasquale dove ha poi diretto Tabarro/Pagliacci, a Treviso per Trovatore.Nel gennaio 2015 ha diretto la Traviata al Filarmonico di Verona a cui sono seguiti Porgy and Bess e il Barbiere di Siviglia al Festival Chaliapin e il Nabucco a Lima.
Successivamente č stato impegnato in un Gala con Carlo Colombara al Festival di Varna, un Gala con Anna Netrebko e Yusif Eyvazov al Festival di Beiteddine, concerti sinfonici al Luglio Musicale  Trapanese e al Festival di Riva del Garda,la ripresa del don Pasquale alla Finnish Opera, l'Aida a Rovigo Pisa e Livorno,Carmen a Split, Boheme a Bucarest, un concerto di Gala con Yusif Eyvazov al Regio di Parma. E' nuovamente apparso con Anna Netrebko e Yusif Eyvazov  per 2 concerti alla Broad Stage di Santa Monica e sul podio della Fondazione Arena di Verona per un concerto sinfonico  con musiche di Haydn e Schumann e ha poi  diretto 2 Gala a San Paolo nel luglio 2016 e Forza del destino al Festival di Varna.Ha poi ottenuto un enorme successo con Rigoletto a Mosca e Sochi per il Festival Vishnevskaya dove č stato invitato l'anno successivo per la Boheme, č tornato alla Broadstage Hall per un concerto trionfale con Piotr Beczala e ha inaugurato il Festival Chaliapin con la nuova produzione della Dama di picche riportando un clamoroso successo. Successivamente ha diretto la riapertura dell'Opera di Tbilisi con Aida ed č tornato allla Broadstage Hall per due concerti con Michael Fabiano e Vittorio Grigolo in coppia con Carmen Giannattasio per poi ritrovare Anna Netrebko e Yusif Eyvazov in un Gala a Marbella.
Pių di recente ha diretto Macbeth con Giorgio Surjan a Rijeka e un Gala a Zagabria con Maria Gulegina, Yusif Eyvazov e Lucio Gallo, dove ha poi registrato un CD di prossima pubblicazione di duetti con Yusif Eyvazov e Rossana Rinaldi. Ha debuttato a Seoul con Elisir d'amore e ripreso una storica collaborazione con Giuseppe Sabbatini con un programma liederistico eseguito prima a Berlino e poi in una tournče giapponese. Sempre in Giappone ha diretto 2 concerti trionfali a Tokyo con Vittorio Grigolo.
Fra i prossimi impegni un concerto a Valencia con successiva registrazione di un CD con Piotr Beczala di Arie del Verismo,Concerti con Vittorio Grigolo in Sud America e Corea, il debutto al Bolshoi con un grande Gala dedicato a Vassiliev, un nuovo tour giapponese con Giuseppe Sabbatini, un altro tour con Sabbatini stavolta in Cina dove sarā poi impegnato nella tournče del Festival Chaliapin con la produzione della Dama di Picche, la ripresa dell'Elisir d'amore in Corea, concerti sinfonici a Ludwigshafen con registrazione discografica, la nuova produzione di Pagliacci al Festival Chaliapin., altri concerti col duo Netrebko/Eyvazov.